5x1000bannerNL

GUINEA BISSAU

Cercando il sole

padre FABIO MOTTA

"Volgi lo sguardo verso il sole e le ombre ti cadranno alle spalle" (proverbio africano)

S. Pasqua 2015
Cari amici,
a volte ci si incaponisce maledicendo l'oscurità, restando imprigionati dentro critiche e giudizi negativi su se stessi, gli altri e la realtà che ci circonda. Ma così non si va molto lontano, anzi forse si regredisce. Il proverbio scelto questa volta mostra un'altra prospettiva: cerca il sole, orientati verso la luce, lasciati illuminare da uno sguardo diverso. Solo così anche il buio accoglierà la luce, le ombre dentro noi stessi svaniranno, le ferite si cureranno.
A suggerirmi questi pensieri è anche il percorso della Quaresima che ci invita ad una prospettiva nuova con cui leggere la nostra storia. Si intravvede già la luce di Pasqua che ribalta i rammarichi e le delusioni del venerdi santo e la croce diventa addirittura albero di vita.

Cari amici, per le nostre scuole, per ciascun bambino c'è bisogno di luci che ci facciano intuire ogni volta nuovi passi da compiere senza lasciarci scoraggiare dalle difficoltà e tanto meno dai limiti. Significa anche non accontentarsi mai di quanto si è raggiunto ma cercare sempre di fare meglio. Così ci stiamo dando da fare per inserire nuove attività e per introdurre pian piano nuovi strumenti per migliorare l'insegnamento. L'attenzione in questi ultimi mesi si è concentrata soprattutto sui professori con la speranza che possa avere una ricaduta positiva anche sugli alunni. Qui di seguito vi aggiorno su alcune iniziative realizzate con loro:
- a dicembre abbiamo organizzato una formazione di tre giorni sull'igiene e prevenzione delle malattie. La minaccia dell'ebola si è trasformata in un'opportunità per sensibilizzare la popolazione sull'importanza della cura degli ambienti e del proprio corpo incominciando con semplici pratiche come lavarsi bene le mani con acqua e sapone, usare varichina per disinfettare l'acqua e per pulire i bagni, limitare l'accesso degli animali da cortile agli spazi pubblici, valorizzare foglie e piante medicinali per curare alcuni disturbi quali mal di pancia, diarrea, tosse e raffreddore. Grazie ad un aiuto della Caritas della Guinea Bissau la missione ha beneficato di una macchina che produce varichina e questo ci permetterà di renderla disponibile nelle scuole ad un costo decisamente ridotto.
- a gennaio i nostri professori hanno partecipato ad una settimana di formazione pedagogica in collaborazione con la FEC, una fondazione portoghese che lavora in ambito educativo. Una sfida importante è proprio quella di arricchire l'insegnamento con dinamiche, tecniche di animazione e moduli più calibrati ed incisivi per i bambini. Ne è in programma un'altra a fine giugno.

Febbraio è stato caratterizzato per la preparazione del Carnevale. Ogni anno viene organizzata anche una sfilata per i bambini delle scuole della Regione che si esibiscono con canti, balli, scenette, poesie e naturalmente maschere! Ebbene quest'anno ad aggiudicarsi il primo premio è stata la nostra scuola di Ilheu de Infanda. Non vi dico la loro gioia: uscire dal loro villaggio (son venuti a piedi per almeno 8 Km.), esibirsi in città a Catiò davanti a tantissime persone, recitare in criolo e portoghese... E' stata davvero una bella occasione per crescere nell'autostima e per giocare di squadra, insieme con i compagni aiutati dai professori.
E' giusto guardare in avanti. Fra poche settimane ci raggiungerà Priya, una giovane italiana di origini indiane come volontaria dell'ALP (Associazione Laici Pime). Si inserirà proprio a tempo pieno per accompagnare il lavoro nelle scuole nei prossimi tre anni. La sua preparazione e il suo entusiasmo daranno sicuramente un nuovo slancio al nostro servizio educativo, con nuove idee e nuovi strumenti. Si affiancherà a me e seguirà da vicino la formazione dei professori. Le diamo già il benvenuto e nella prossima lettera ve la farò conoscere.
In cantiere? Abbiamo lanciato un concorso per gli alunni di 5° e 6° classe, sarà sull'interpretazione orale della lingua criolo. Ascolteranno una storia alla radio e dovranno rispondere ad alcune domande.

Mi fermo qui. Come promesso nell'ultima circolare, con questa lettera riceverete anche le pagelle della vostra adozione.
Vi ringrazio di cuore per il vostro sostegno e per aver scelto di condividere il nostro stesso sogno. Insieme continuiamo a guardare verso il sole verso le prossime sfide che ci aspettano.
Buona Pasqua!

Il SOSTEGNO A DISTANZA è una forma semplice di aiuto economico continuativo a una singola persona indicata dai missionari del Pime.

L'UFFICIO AIUTO MISSIONI del Centro missionario Pime di Milano la promuove dal 1969.

DOVE SIAMO

via Mosé Bianchi 94, 20149 Milano

ORARI

dal lunedì al venerdì: dalle 9 alle 12,30 e dalle 14 alle 17

CONTATTI

Telefono 02/43.822.322; 02/43.822.536
mail: adozioni@pimemilano.com

ATTIVA ORA UN'ADOZIONE A DISTANZA

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more