5x1000bannerNL

GUINEA BISSAU

«Tu sei insalata del mio orto...»

di padre FABIO MOTTA

 

Cati

Catió, S. Pasqua 2016

Abo i alfasi di nha orta: si n’ka na reguau bu ka ta padi
“Tu sei insalata del mio orto: se non ti annaffio non puoi portare frutto”

Cari amici, vi raggiungo con affetto da Catiò!

Dopo quasi due mesi senza internet finalmente mi ricollego con il mondo e posso riprendere i contatti. Così ne approfitto e mi fiondo a scrivervi per aggiornarvi sulla Guinea Bissau e le nostre scuole di autogestione.

E’ la radio che mi ha fatto compagnia in questi mesi e che mi ha permesso di seguire da vicino la situazione ancora instabile del Paese. Proprio mentre vi scrivo il notiziario del pomeriggio apre con due “flash” informativi. Il primo dice che le consultazioni avviate dal Presidente con i rappresentanti dei partiti politici per cercare una soluzione all’impasse governativa che dura dallo scorso mese di Agosto (!) sembrano non trovare ancora sbocchi positivi; la seconda notizia annuncia la continuazione dello sciopero indetto dai sindacati dei professori che reclamano il pagamento dello stipendio di alcuni mesi di ritardo e migliori condizioni di servizio.

Beh, come potete vedere, non ci sono tinte più rosee nello scenario politico-sociale rispetto all’ultima lettera di Natale. Per fortuna la gente non si perde d’animo, è stanca dei giochi politici, preferisce preoccuparsi del recupero delle risaie perse con le inondazioni di acqua salata nel tempo delle piogge e si rimbocca le maniche per l’inizio del raccolto dell’anacardo, principale prodotto di esportazione. E anche noi ci concentriamo sul nostro impegno nelle scuole e facciamo del nostro meglio per arricchire la nostra proposta educativa con nuove iniziative.

Priya ed io ci stiamo sempre più accorgendo che insieme all’attenzione per gli alunni è necessario accompagnare da vicino i professori e i “grandi” del villaggio. Uno sguardo rivolto solo al mondo dei bambini sarebbe troppo parziale e alla fine il nostro agire poco incisivo. Ecco perché questa volta ho scelto un proverbio in criolo che ricorda la responsabilità degli adulti verso i propri figli. Vorremmo che sulla bocca dei nostri professori e dei genitori ci fossero proprio quelle sagge parole per i propri alunni e figli: “Tu sei come l’insalata del mio orto: se non ti annaffio non puoi portare frutto”. E qualche segnale incoraggiante lo stiamo vedendo!

Nella scuola nell’isola di Komo, per esempio, alcuni papà si sono uniti ed organizzati per procedere con la demolizione e la ricostruzione di tre aule. Le prime erano costruite con mattoni di fango e ormai davano segni di cedimento, adesso si sta lavorando per una costruzione più stabile e duratura con tanto di fondamenta e blocchi in cemento. Vi mando una foto in allegato con un gruppetto di questi papà impegnati nell’abbattere le vecchie pareti. Ci sembra di cogliere in loro la voglia di corrispondere alla responsabilità di educatori e di fare la loro parte per il bene dei figli e il futuro del villaggio. Di questi esempi ne vorremmo molti altri.

In questa direzione si inseriscono anche le formazioni per i professori e il loro accompagnamento pedagogico grazie al prezioso impegno di Priya. A gennaio abbiamo tenuto una due-giorni sul tema dei cambiamenti climatici e sulla cura del creato con un’attenzione particolare anche alla pulizia degli spazi pubblici e allo smaltimento dei rifiuti. Vorremmo che di riflesso anche gli alunni si sentissero corresponsabili per le piccole scelte di tutti i giorni come attori importanti per il bene di tutti. Insieme ai professori abbiamo programmato attività e concorsi che culmineranno con una giornata di festa in ogni scuola aperta alla popolazione dei rispettivi villaggi in occasione della Giornata Mondiale della Terra il 22 di Aprile. Tra i concorsi ci saranno disegni, lavoretti a mano, composizioni scritte e teatri…con tanto di giurie ufficiali!

E intanto si avvicina la Pasqua che è la celebrazione della vittoria della vita sulla morte, del bene sul male, del debole sul forte. Noi ci auguriamo che il nostro “fare” sia sempre sulla linea dell’esempio che Gesù ci ha dato.

A voi un grazie speciale da me e Priya e da tutti i bambini che sostenete, che state “innaffiando” con il vostro prezioso contributo.

Un abbraccio

padre Fabio Motta

Il SOSTEGNO A DISTANZA è una forma semplice di aiuto economico continuativo a una singola persona indicata dai missionari del Pime.

L'UFFICIO AIUTO MISSIONI del Centro missionario Pime di Milano la promuove dal 1969.

DOVE SIAMO

via Mosé Bianchi 94, 20149 Milano

ORARI

dal lunedì al venerdì: dalle 9 alle 12,30 e dalle 14 alle 17

CONTATTI

Telefono 02/43.822.322; 02/43.822.536
mail: adozioni@pimemilano.com

ATTIVA ORA UN'ADOZIONE A DISTANZA

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more