5x1000bannerNL

CAMERUN

«È dio che ti ha mandato»

di padre MAURIZIO BEZZI

 

 

Carissimi amici,

                Quest’anno è per me particolarmente importante: trent’anni di vita missionaria in Camerun, prima nelle regioni del Nord e, dal 1991, nella capitale Yaoundé, impegnato con i ragazzi di strada. Sono partito nell’agosto 1987 sotto l’impulso di quello che chiamerei il mandato missionario di san Giovanni Paolo II: «Andate in tutto il mondo a portare la Verità, la Bellezza e la Pace che si incontrano in Cristo Redentore».

Più il tempo passa, più sento vere queste parole che hanno illuminato la strada percorsa in questi anni, accostando i più svariati ambiti umani con passione e un po’ di fantasia, sostenuto dai tanti amici incontrati e dagli educatori che lavorano con me.

Il Natale ci ricorda sempre che «Dio ha amato così tanto il mondo da mandare suo figlio». Lo ha mandato e continua a mandarlo perché «abita in mezzo a noi».

L’esperienza al Centro Sociale Edimar - Centre Princesse Grace - è sempre ricca di storie e di stimoli grazie ai ragazzi che incontriamo - ai loro drammi ma anche alle loro risorse - che in qualche modo mi ridicono le ragioni della mia presenza in un contesto non facile. «è Dio che ti ha mandato», mi diceva un ragazzo qualche tempo fa, riconfermando anche a me stesso il senso della mia presenza. «I ragazzi di strada ci evangelizzano», amava ripetere fratel Yves Lescanne, il primo a occuparsi dei ragazzi di strada in Camerun negli anni Settanta, e poi ucciso nel 2002.

In questi anni ho visto e imparato molto stando con loro. Ho visto e sperimentato la forza dell’amicizia quando un ragazzo mi ha detto che aveva deciso di non rubare pensando all’amicizia tra di noi. Sono stato testimone del miracolo del perdono quando un giovane è venuto a portarci il machete che aveva acquistato per vendicarsi… «perché ho deciso di perdonare a chi mi ha fatto del male». Ho imparato a guardare l’uomo a partire dal suo cuore che è assetato di amore, di bellezza, di verità… Pur dentro situazioni disumane viene a galla ciò che veramente è l’uomo, «creato a immagine e somiglianza di Dio». Dunque non può essere ridotto ai suoi errori; deve solo incontrare qualcuno che gli dica: «Tu sei un bene per me». La stessa presenza che il giovane brasiliano Edimar aveva incontrato e che aveva cambiato la sua vita.

Si potrebbero dire tante cose su questi anni, ma credo debba prevalere un sentimento di gratitudine, come l’ha avuto la Madonna perché Dio «ha fatto in me grandi cose», nonostante tutti i miei limiti e le mie contraddizioni. Direi proprio che la “promessa del centuplo” è un fatto tangibile che fa della vita una bella avventura.

Faccio mie le parole di Papa Francesco: «La Vergine interceda per noi affinché possiamo acquistare la santa audacia di cercare nuove strade perché giunga a tutti il dono della Salvezza.

A tutti un grazie di cuore. Buon Natale e Buon nuovo anno.

padre Maurizio Bezzi

 

Il SOSTEGNO A DISTANZA è una forma semplice di aiuto economico continuativo a una singola persona indicata dai missionari del Pime.

L'UFFICIO AIUTO MISSIONI del Centro missionario Pime di Milano la promuove dal 1969.

DOVE SIAMO

via Mosé Bianchi 94, 20149 Milano

ORARI

dal lunedì al venerdì: dalle 9 alle 12,30 e dalle 14 alle 17

CONTATTI

Telefono 02/43.822.322; 02/43.822.536
mail: adozioni@pimemilano.com

ATTIVA ORA UN'ADOZIONE A DISTANZA

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more