Allo 02 43.822.322 una linea diretta con un missionario per parlare con una voce amica e stemperare un po’ di quell’ansia che sta inevitabilmente caratterizzando questi giorni

 

SIETE STATI SEMPRE ACCANTO A LORO

OGGI NELL'EMERGENZA CORONAVIRUS
I MISSIONARI DI TUTTO IL MONDO VOGLIONO STARE VICINI A VOI

 

 

Carissimi amici del Pime,

il Covid19 ha costretto anche il Centro Pime di Milano a chiudere le porte, nel tentativo di arginare il veloce dilagarsi del contagio, ma non ha potuto fermare l’impegno di tutte le persone che quotidianamente dedicano il loro tempo al servizio delle missioni. Si lavora da casa, tutti determinati a fare la propria parte, nel rispetto di quel “IO RESTO A CASA” che permette di salvaguardare la salute della comunità, la propria e quella delle persone care.

Si dice che il Covid19 abbia ribaltato il mondo e così è stato anche per il nostro lavoro. Il nostro ruolo è sempre stato quello di intermediari tra voi e le missioni: vi abbiamo mandato notizie dei bambini da voi sostenuti, dei missionari, dei referenti dei progetti. Ora sono loro a chiederci notizie di voi, vogliono sapere come state e cosa possono fare per aiutarvi, per farvi sentire la loro vicinanza e darvi speranza, nella convinzione che “ANDRA’ TUTTO BENE”. Il loro e il nostro pensiero va a tutti voi e in particolar modo a tutti coloro la cui età anagrafica dimostra che sono le vere pietre miliari di questo Istituto/Fondazione. 

Negli anni avete condiviso con noi le vostre gioie: la nascita di un figlio o di un nipote sono state per voi occasioni per avviare un sostegno a distanza, così come comunioni, matrimoni, anniversari. Il vostro desiderio era sublimare la vostra gioia facendo sì che qualcun altro avesse un motivo per cui gioire. Ma anche le vostre sofferenze hanno saputo trasformarsi in un’occasione per aiutare gli altri, nell’intento di rendere eterna la memoria di persone che non c’erano più. Ci avete chiesto di inviare i disegni dei vostri figli, le vostre lettere, le foto delle vostre famiglie ai missionari e ai bambini che sostenete per far sentir loro che il vostro esserci va ben oltre l’aiuto economico. Il vostro messaggio è andato a buon fine, tanto che ora sono quei bambini e quei missionari a voler condividere con voi questo momento di difficoltà. E noi, in postazioni di lavoro un po’ improvvisate, continueremo a mantenere aperto questo canale di solidarietà divenuto, ora più che mai, a doppio senso. 

Sappiamo che, in tutti questi anni in cui avete offerto il vostro aiuto, non sono mancati momenti difficili per voi e le vostre famiglie: la famiglia si allargava, le spese aumentavano, la crisi economica si faceva sentire, a volte la malattia limitava le vostre possibilità, ma, tra mille sacrifici e altrettante rinunce, non avete mai smesso di regalarci la vostra solidarietà. Migliaia di bambini hanno terminato la scuola, altri l’università, sono stati costruiti centinaia di pozzi, scuole, ospedali e tutto è stato il frutto della vostra sensibilità verso chi viveva in condizioni di disagio. Impossibile trovare parole adeguate per esprimervi la nostra gratitudine e per spiegare l’importanza di ciò che ci avete permesso di realizzare. E anche in questo momento difficile per tutti, in cui le distanze sembrano dilatarsi e la solitudine sembra accompagnarci in questa nuova quotidianità divenuta surreale, la vostra presenza rimane l’unica costante, rassicurante compagna di un cammino che trascende i confini. Le donazioni continuano ad arrivare così come le richieste di nuovi sostegni a distanza. Forse perché rimanere fedeli a ciò che siamo e alla nostra umanità ci permette di percepire ancora una parvenza di normalità o forse perché la solidarietà annulla le distanze e ci fa sentire parte di qualcosa di più grande. Il risultato è che voi siete ancora lì. E anche noi vogliamo esserci per voi.

Stiamo lavorando affinché le nostre parole possano diventare dimostrazione concreta del nostro affetto per voi. Abbiamo strutturato il nostro sito www.pimemilano.com con appuntamenti giornalieri, ma vorremmo esservi ancora più vicini, anche semplicemente per scambiare quattro chiacchiere in queste giornate che sembrano infinite, e così abbiamo creato “TELEFONO MISSIONARIO”.

I missionari infatti vi terranno compagnia attraverso il numero di telefono 02 43.822.322 che tutti potrete utilizzare per parlare con una voce amica e stemperare un po’ di quell’ansia che sta inevitabilmente caratterizzando questi giorni. 

Nelle comunicazioni che periodicamente vi inviamo non manchiamo mai di ringraziarvi per la vostra infinita generosità e vicinanza, ma crediamo che la standardizzazione e la formalità delle nostre lettere, dettate dai ritmi di lavoro e dalla necessità di ottimizzare il tempo, non sempre riescano a esprime appieno la nostra reale gratitudine nei vostri confronti. E ora che tutto si è, se non fermato quanto meno rallentato, vogliamo raggiungervi virtualmente uno a uno per dirvi GRAZIE.

In attesa di incontrarci di nuovo in questo Centro Missionario rimesso a nuovo e vestito a festa, che ha dovuto chiudere momentaneamente le sue amorevoli braccia, ma che mantiene sempre aperto il suo cuore. Siamo sicuri che andrà tutto bene e che presto potremo ancora stringerci la mano e ringraziarvi vis-a-vis e non più a distanza di sicurezza. Andrà tutto bene perché non siamo soli ad affrontare tutto questo, non è la Lombardia e non è l’Italia, ma è tutta quella comunità che ha come comun denominatore la solidarietà e la speranza.

 

Area Sostegno Missioni

 

Chiama ora il Telefono missionario 02 43.822.322

 

GUARDA A QUESTO LINK TUTTI I MESSAGGI DEI MISSIONARI IN CUI SI ESPRIME VICINANZA ALL'ITALIA

 

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more