5x1000bannerNL

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono settimane caldissime per l'Amazzonia, scossa dall'emergenza incendi che ha portato le sue ferite all'attenzione del mondo. Ma per aiutare davvero la grande foresta non basta l'indignazione: occorre prima di tutto conoscere le sue storie e accompagnare i suoi popoli. Ed è quanto si propone il Pime con la campagna «Il grido dell'Amazzonia» a sostegno dell'opera dei missionari del Pime nella regione. Un'iniziativa che a settembre - alla vigilia ormai del Sinodo convocato da Papa Francesco - prosegue a Milano con UN CONVEGNO e UNA MOSTRA. 

 

IL CONVEGNO

In preparazione al Sinodo per l'Amazzonia il Centro missionario Pime di Milano e l'Ucsi Lombardia promuovono il Convegno

IL GRIDO DELL’AMAZZONIA
Ricchezza, drammi e sfide di una regione in crisi

14 SETTEMBRE 2019 – 9.00-13.00
CENTRO PIME MILANO - via Mosè Bianchi, 94

Il Convegno - aperto a tutti - è accreditato per la formazione permanente dei giornalisti

SCARICA QUI LA LOCANDINA

PROGRAMMA

8.30: registrazione

9.00: saluti padre Mario Ghezzi (Pime) e Monica Forni (Ucsi)

Introduce e modera
GIORGIO BERNARDELLI
Giornalista di “Mondo e Missione”, responsabile della campagna Pime “Il grido dell’Amazzonia”

9.30: Il polmone verde minacciato
LUCIA CAPUZZI e STEFANIA FALASCA
Giornaliste di “Avvenire”, autrici del libro “Frontiera Amazzonia” (Emi)

10.15: Quale futuro per i popoli della foresta
ANNA CASELLA PALTRINIERI
docente di Antropologia culturale all’Università Cattolica di Milano
Fondatrice della Associazione nazionale universitaria antropologi italiani (Anuac), ha svolto molte ricerche in Brasile

11.00-11.15: Break

11.15: La missione in Amazzonia oggi
ROBERTO CARRASCO
missionario OMI in Perù e giornalista

12.00:
VIDEO TV2000: Il grido dell’Amazzonia (20’)

12.15: Le sfide del Sinodo
GIOVANNI MANCO
Missionario del PIME, docente di teologia e cultore delle teologie e cosmovisioni indigene in America Latina

Conclusioni

Iscrizione giornalisti: Piattaforma Sigef

 

LA MOSTRA «IL GRIDO DELL'AMAZZONIA»

mostraAmazzonia2

 

La mostra «Il grido dell’Amazzonia», racconta perché la grande foresta è un tesoro prezioso e le sfide che oggi si trova ad affrontare; è accompagnata da una collezione di oggetti che raccontano la vita delle comunità indigene.

Sarà allestita presso il nuovo Centro missionario Pime di via Monte Rosa 81 a Milano da sabato 14 settembre fino al 31 ottobre (orari: da lunedì a sabato dalle 9 alle 18).

Della mostra è disponibile anche una versione itinerante in sedici pannelli pensata per l'animazione missionaria in parrocchie e centri culturali in occasione del Sinodo. Racconta l'Amazzonia insieme alle storie di alcuni testimoni e ai temi al centro del Sinodo. Per maggiori informazioni e condizioni di noleggio nella propria città clicca qui.

 

GLI ARTICOLI DI MONDO E MISSIONE SULL'AMAZZONIA IN PREPARAZIONE AL SINODO

MM COP marzo

Perché un Sinodo sull’Amazzonia di suor Laura Valtorta

Brasile, basta terre agli indios di Giorgio Bernardelli

Spazio e tempo sui fiumi dell'Amazzonia di suor Laura Valtorta

Manaus, il ponte sulla foresta di Giorgio Bernardelli da Manaus

L'altra Amazzonia: le metropoli di suor Laura Valtorta

Il missionario dei sateré mawé di Giorgio Bernardelli dall'area indigena del Rio Andirà

Le suore della frontiera di Giorgio Bernardelli dall'Alto Solimoes

Quei migranti nella foresta di suor Laura Valtorta

Padre Nello Ruffaldi, nel cuore degli indios di Giorgio Bernardelli

Il "buon vivere" degli indios di suor Laura Valtorta

Parintins, la città cresciuta con il Pime di Giorgio Bernardelli da Parintins

Quegli indios isolati per loro volontà di suor Laura Valtorta

L'Amazzonia della corsa alla terra intervista a padre Sisto Magro, missionario del Pime nell'Amapà

Lo sviluppo davvero amico della foresta di suor Laura Valtorta

Amazzonia, ma è davvero solo colpa di Bolsonaro? di Giorgio Bernardelli

DSC 1202

 

Nella Milano sempre più proiettata ai grandi eventi internazionali, sta per aprire i battenti un nuovo spazio che si propone di raccontare il mondo da un punto di vista particolare: quello dei missionari che da questa città partono per incontrare i popoli e le culture di ogni Continente.

È l'idea alla base del nuovo polo di cultura e intrattenimento che i missionari del Pime - il Pontificio Istituto Missioni Estere - stanno ultimando nella loro storica sede, a pochi passi dalle torri di City Life, destinata a breve a cambiare volto per raccontare sempre di più e meglio il mondo in ottica missionaria.

L'inaugurazione del nuovo Centro Pime sarà sabato 14 e domenica 15 Settembre 2019, con un intero week-end di festa, tra stand, spettacoli e animazioni, e una cerimonia ufficiale domenica, con la partecipazione dell’arcivescovo di Milano S.E. mons. Mario Delpini e delle autorità cittadine.

 

CHE COSA CAMBIA AL PIME?

Cambia l’ingresso: da settembre da via Mosé Bianchi 94 si trasferisce in via Monte Rosa 81, recuperando la parte più antica del complesso, che dall’inizio del Novecento è la casa dei missionari del Pime. Con questo trasferimento aumenterà soprattutto la gamma di proposte per l’animazione della cultura e del tempo libero, grazie a una serie di nuovi ambienti che quotidianamente saranno aperti al pubblico.

Al nuovo Centro Pime si potrà, per esempio, sfogliare il più antico atlante della Cina grazie a una installazione multimediale che sarà una delle novità del nuovo ampliato ed arricchito Museo Popoli e Culture. Ma sarà anche possibile mangiare un buon panino nella caffetteria magari ascoltando una testimonianza sull'Amazzonia. O ancora far scoprire il mondo a bambini e ragazzi con laboratori su maschere africane o mandala, affinché crescano cittadini del mondo; e poi fare shopping con un'attenzione particolare al consumo etico; andare a teatro, per uno spettacolo che illumina una frontiera nascosta...

Tutti questi servizi saranno concentrati su un'area di 1000 metri quadri dello stabile che per il suo valore storico è sottoposto al vincolo della Soprintendenza Archeologica delle Belle Arti.

 

I NUOVI SERVIZI

- Il Museo Popoli e Culture interamente dedicato alla conoscenza delle culture extra-europee, sarà ampliato e arricchito di installazioni multimediali.

- Una video-installazione permetterà di conoscere da vicino i 450 missionari del Pime che vivono oggi il loro ministero in 18 Paesi, sparsi in tutti i Continenti. 

- Una caffetteria culturale dove nel clima accogliente di un locale pubblico, sarà possibile incontrarsi e ascoltare testimonianze e musica dal mondo. 

- La Libreria Pime Store accanto a un'ampia scelta di libri offrirà anche prodotti del commercio equo e solidale e delle cooperative sociali attive in Italia.

- Il Teatro Pime proporrà un nuovo cartellone di appuntamenti di qualità per esplorare il mondo anche attraverso il palcoscenico.

- La Biblioteca del Pime con il suo patrimonio di 43.000 volumi, avrà una nutrita emeroteca di riviste da tutto il mondo in consultazione e una sala lettura aperta alla cittadinanza con particolare attenzione ai giovani studenti.

- Una nuova sala polivalente ed altri spazi durante la settimana si animeranno di appuntamenti culturali e proposte per il tempo libero, con un calendario sempre aggiornato consultabile sul sito www.pimemilano.com.

- Nuovi spazi saranno attivati per le attività con i ragazzi delle scuole e degli oratori promosse dell'Ufficio Educazione Mondialità del Pime.


Perché un investimento del genere per un istituto missionario come il Pime?

«Alla radice - spiega padre Mario Ghezzi, per vent’anni missionario in Cambogia e oggi direttore del Centro Missionario Pime - c’è una scelta di sobrietà: le due case dell'Istituto, a Roma e a Milano, necessitavano entrambe di importanti interventi di manutenzione straordinaria che avrebbero comportato ingenti investimenti. In un’ottica di risparmio, si è deciso di razionalizzare l'intervento con l'alienazione della casa di Roma e il trasferimento della direzione generale a Milano, là dove il Pime mosse i primi passi nel 1850».

Anche gli uffici del Centro missionario attualmente ubicati in via Mosé Bianchi, verranno trasferiti nello storico edificio di via Monte Rosa: «Una concentrazione degli spazi - spiega padre Ghezzi - che permetterà di liberare risorse economiche per l'attività missionaria in Italia e all'estero, con la possibilità di aumentare il numero dei padri e dei laici in missione, avviando anche nuove iniziative in favore dei poveri nelle periferie del mondo».

Gesti di solidarietà che richiederanno sostegno e ulteriore linfa vitale, andando ad aggiungersi ai 12.017 ragazzi, giovani, disabili e seminaristi già oggi aiutati attraverso il sostegno a distanza e ai 63 progetti di sviluppo sociale, assistenza sanitaria, istruzione e pastorale già attualmente attivi attraverso la Fondazione Pime Onlus (dati bilancio sociale 2018).

Raccontare il mondo e la missione, però, è un compito altrettanto fondamentale per il Pime, che vuole essere una presenza missionaria anche a Milano. Ecco quindi la scelta di trasformare la ristrutturazione necessaria di un edificio storico in un'occasione per aprire le porte di casa alla città con proposte sempre più mirate.

«A qualcuno forse potrà sembrare strano che un istituto missionario spenda dei soldi per allestire un centro culturale a Milano e non in missione - commenta ancora padre Mario Ghezzi -. In realtà, come in Camerun servono pozzi, così anche a Milano oggi servono luoghi che parlino del mondo. E così come ci impegniamo perché i pozzi in Africa vengano scavati nel modo migliore, a Milano stiamo investendo in un Centro che possa davvero valorizzare la sua proposta».

 

bannerscolastica

 

Finiscono le scuole ma si può andare in vacanza senza pensieri prenotando già al Negozio Pime i libri per il prossimo anno scolastico.

È possibile farlo da subito scrivendo all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., telefonando allo 02 48008035 oppure venendoci a trovare in Via Mosè Bianchi 94 a Milano (posteggio interno). Al Negozio Pime è possibile trovare anche un’ampia scelta di cartoleria con materiali ecologici.

Il Negozio Pime è aperto da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

860x400 Banner 5x1000 2019 PIME

Leggi tutto...

860x400 Banner 5x1000 2019 PIME

Leggi tutto...

FreiPaolo

 

Fa tappa domenica 19 maggio nella parrocchia Sacra Famiglia di Rogoredo a Milano l’edizione 2019 di «Tuttaunaltrafesta» la kermesse itinerante promossa dai missionari del Pime. Nata vent’anni fa a Milano è un evento itinerante che fa incontrare tra loro per un grande momento di festa il commercio equo e solidale, le storie dal mondo dei missionari e le associazioni che sul territorio promuovono la solidarietà. Quest’anno ha anche un obiettivo particolare: sostenere la campagna «Il grido dell’Amazzonia», promossa dal Pime a sostegno dei popoli della più grande foresta del mondo che papa Francesco ha voluto al centro di un Sinodo, che la Chiesa cattolica terrà a Roma nell’ottobre 2019. E a portare questo grido a Rogoredo sarà ospite del Pime frei Paolo Maria Braghini (nella foto sopra), giovane missionario cappuccino tra gli indios ticuna nell'Alto Solimoes in Brasile.

Partita da Somma Lombardo (Va) il 31 marzo la carovana di«Tuttaunaltrafesta» sta facendo tappa in alcune città della Lombardia e avrà la sua conclusione a Milano il 14/15 settembre.

 

A ROGOREDO l’appuntamento è per DOMENICA 19 MAGGIO
DALLE 10,30 ALLA PARROCCHIA SACRA FAMIGLIA (Via Monte Peralba 15 - Milano)

 

Sarà l’occasione per incontrare dal vivo l’Amazzonia attraverso suoi suoni, immagini e colori. Questo il programma della giornata:

 

10.30 apertura stand

11.00 Messa dei popoli nel campo sportivo
con frei Paolo Maria Braghini, frate cappuccino,
missionario tra gli indios ticuna nell'Alto Solimoes, in Brasile

12.00 inaugurazione della fiera con Batucada brasiliana Feliz da vida

12.30 pranzo in oratorio organizzato dalla parrocchia

14.30 Drum Circle, session di percussioni per tutti

16.00 Parata dei trampolieri con il Teatro dell’Aleph

17.00 Spettacolo I fili della pace con Debora Mancini e Daniele Longo

20.30 Granetto Folk, danze popolari per tutti

 

Per tutta la giornata saranno a disposizione stand di prodotti del commercio equo e dell’economia solidale, laboratori per ragazzi, e truccabimbi con i colori dell’Amazzonia. Sarà possibile anche vistare la mostra «Il grido dell’Amazzonia» che farà immergere i visitatori nella foresta e nelle sue culture.

Tutta la manifestazione avrà una finalità solidale: i fondi raccolti andranno al Progetto S138 della Fondazione Pime Onlus che sostiene le attività dei missionari del Pime in Amazzonia. Tra i gesti concreti che verranno finanziati ci sono il sostegno alle comunità indigene, la difesa legale dei piccoli contadini minacciati dal latifondo, l’assistenza alle vittime della tratta di persone, l’acquisto di una barca per una comunità di suore che da pochi mesi ha aperto una presenza in un’area periferica sul grande fiume.


È possibile sostenere i progetti della campagna «Il grido dell’Amazzonia» anche con una donazione on line a questo link.

DOPO LECCO LA CAROVANA DI «TUTTAUNALTRAFESTA» CONTINUA:

SABATO 1 GIUGNO IN PIAZZA DELLA REPUBBLICA A VARESE

860x400 Banner 5x1000 2019 PIME

Leggi tutto...

gestore negozio sim

 

 

La CEAM srl (società del Pime), all’interno della Casa Natale di San Papa Giovanni XXIII in Sotto il Monte, dispone di un'attività commerciale per la vendita di oggetti religiosi, ricordi, libri e articoli provenienti dal circuito del commercio Equo e Solidale. La posizione strategica (all’interno della Casa Natale) permette di intercettare:

  1. tutti i pellegrini che transitano per ricordare il Santo.
  2. tutti gli utenti che desiderano fare l’esperienza del video percorso papaJ23;
  3. i numerosi gruppi che frequentano la Casa Natale per ritiri, oratori feriali, ecc. (circa 20/25 mila)

L’attività è comprensiva di attrezzature in ottimo stato. Il locale è di circa 50 mq completamente nuovo con ottime finiture, e con disponibilità di magazzino.

Per questo stiamo cerchiamo candidature per la gestione di questo spazio commerciale.

 Il gestore dell’attività dovrà possedere i seguenti requisiti:

  • esperienza professionale di vendita e gestione di attività commerciali;
  • disponibilità a comunicare quello che succede presso la Casa natale e a creare, in collaborazione con le varie attività esistenti presso la Casa Natale. L’attività dovrà rispecchiare, esprimere, amplificare quello che succede nella Casa Natale e al PIME in generale.
  • disponibilità ad appoggiare le campagne Pime (es. trattenere una parte del prezzo e devolverla a determinati progetti in occasione di campagne);
  • apertura e disponibilità a raggiungere diversi utenti e a soddisfarne i bisogni attraverso una offerta adeguata: pellegrini, abitanti del territorio, gruppi in visita al PIME o comunque ospiti PIME, partecipanti a iniziative culturali, soggetti disagiati, giovani, oratori;
  • nel limite del possibile, disponibilità a rifornirsi da fornitori etici o comunque a farsi garante verso il PIME e verso i clienti dell’eticità della filiera con legame col mondo missionario e solidale;

Sarà gradita:

  • una conoscenza approfondita della vita e delle opere del Santo Giovanni XXIII e del PIME;
  • l’attenzione ad una raccolta differenziata chiara e visibile (es. materiali di riciclo, box per smaltimento plastica, ecc.);

Candidature:

inviare entro il 30 luglio 2019 al Direttore del Centro missionario Pime, Padre Mario Ghezzi, via email all’indirizzo Presidente della Ceam srl (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) : curriculum vitae, elaborato di una pagina in cui ciascun candidato spieghi come intende valorizzare l’attività di vendita e qual è la sua visione di sviluppo dell’attività e business plan triennale.

Saranno privilegiate le candidature che mostreranno particolare adesione all’ideale missionario.

Forma contrattuale: contratto di affitto di azienda

 

AmazzoniaVita

 

Fa tappa il 4 e 5 maggio a Lecco l’edizione 2019 di «Tuttaunaltrafesta» la kermesse itinerante promossa dai missionari del Pime. Nata vent’anni fa a Milano è un evento itinerante che fa incontrare tra loro per un grande momento di festa il commercio equo e solidale, le storie dal mondo dei missionari e le associazioni che sul territorio promuovono la solidarietà. Quest’anno ha anche un obiettivo particolare: sostenere la campagna «Il grido dell’Amazzonia», promossa dal Pime a sostegno dei popoli della più grande foresta del mondo che papa Francesco ha voluto al centro di un Sinodo, che la Chiesa cattolica terrà a Roma nell’ottobre 2019. Partita da Somma Lombardo (Va) il 31 marzo la carovana del Pime sta facendo tappa in alcune città della Lombardia e avrà la sua conclusione a Milano il 14/15 settembre.

A Lecco l’appuntamento è per SABATO 4 E DOMENICA 5 MAGGIO
DALLE 10 ALLE 19 IN PIAZZA CERMENATI

Sarà l’occasione per incontrare dal vivo l’Amazzonia attraverso suoi suoni, immagini e colori. Si comincia nella mattina di sabato con l’evento conclusivo del progetto Cittadinanza mondiale dell'Istituto Comprensivo Lecco 3 "A. Stoppani". Pomeriggio alle 15,30 lo spettacolo con il Clown Pimpa, che porta la sua arte tra i bambini dei Paesi in conflitto. A seguire la parata dei trampolieri del Teatro dell’Aleph, la Batucada brasiliana con il gruppo Feliz la Vida e il concerto del coro gospel Sol Quair.

Domenica a partire dalle 11 animazione in piazza con la compagnia teatrale La Mangrovia. Nel pomeriggio dalle 14,30 la performance del gruppo Crossdance de La Casa sul Pozzo, le percussioni del Drum Circle per tutti, lo spettacolo per bambini I fili della pace con Debora Mancini e Daniele Longo. Alle 17,00 l’incontro con Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire, che racconterà le sfide dell’Amazzonia oggi. Alle 17,30 - infine - la conclusione con I Luf in concerto.

Per tutte la giornata saranno a disposizione stand di prodotti del commercio equo e dell’economia solidale, laboratori per ragazzi, e truccabimbi con i colori dell’Amazzonia. Sarà possibile anche vistare la mostra «Il grido dell’Amazzonia» che farà immergere i visitatori nella foresta e nelle sue culture.

«Tuttaunaltrafesta» avrà inoltre un’anteprima a VALMADRERA: GIOVEDI’ 2 MAGGIO ALLE 21 al TEATRO ARTESFERA va in scena «L’AMAZZONIA NON È VERDE», uno spettacolo narrativo prodotto dal Pime che racconta con parole, musica, canto e immagini le minacce e le speranze dei popoli del grande fiume. Testi di Andrea Zaniboni, con con Elda Olivieri, Rachel O’Brien, Kal dos Santos, Nadio Marenco e Adalberto Ferrari.

Tutta la manifestazione avrà una finalità solidale: i fondi raccolti andranno al Progetto S138 della Fondazione Pime Onlus che sostiene le attività dei missionari del Pime in Amazzonia. Tra i gesti concreti che verranno finanziati ci sono il sostegno alle comunità indigene, la difesa legale dei piccoli contadini minacciati dal latifondo, l’assistenza alle vittime della tratta di persone, l’acquisto di una barca per una comunità di suore che da pochi mesi ha aperto una presenza in un’area periferica sul grande fiume.

È possibile sostenere i progetti della campagna «Il grido dell’Amazzonia» anche con una donazione on line a questo link.

DOPO LECCO LA CAROVANA DI «TUTTAUNALTRAFESTA» CONTINUA:

DOMENICA 19 MAGGIO A MILANO - ROGOREDO

SABATO 1 GIUGNO IN PIAZZA DELLA REPUBBLICA A VARESE

 «ADOTTARE IL FUTURO»:
LE STORIE

Leggi tutto...

Pagina 1 di 27

Contattaci

   Via Monte Rosa 81 – 20149 Milano

   Tel. 02/43.822.1

   Fax 02/43.822.901

Inviaci una email

Iscriviti alla Newsletter

 

facebook twitter youtube

Vai all'inizio della pagina

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Read more